Odio, il cortometraggio horror che vi proponiamo oggi, è un esperimento nato nell’agosto 2005 dalla mente del regista Alex Visani e dello sceneggiatore Cristiano Fighera.

Il tema è, ovviamente, l’odio, questo sentimento tutto umano capace di portare a gesti estremi, come vediamo nei cinque minuti che seguono.

Girato in poco più di sei ore all’interno di un appartamento, il risultato è assolutamente convincente, così come lo sono la sceneggiatura e la fotografia, con non pochi riferimenti al cinema horror orientale, da “Ju-On” di Takashi Shimizu a “Ringu” di Hideo Nakata.

Ecco come ne parla il regista sul suo sito ufficiale:

negli intenti iniziali vi è, oltre che il desiderio di narrare una breve storia horror, anche l’obbiettivo di mostrare una personale visione di un sentimento tipicamente umano. L’odio che genera odio, la violenza che genera solo violenza non solo in chi la subisce ma anche per chi la compie. Il male e il mostro che si cela in ognuno di noi e che va ben oltre gli orrori partoriti dalla fantasia, proprio perchè è concreto, reale e al nostro fianco quotidianamente.

Voi che ne pensate?

Be Sociable, Share!