Continuiamo il nostro viaggio nella terza edizione dell’After Dark Horrorfest con Dying Breed, interessante horror australiano diretto da Jody Dwyer ed interpretato da attori sconosciuti al grande pubblico, tra questi segnaliamo Nathan Phillips, già visto in Wolf Creek, e Leigh Whannell, protagonista e sceneggiatore di Saw.

Il film è ambientato in Tasmania e si basa in parte su eventi realmente accaduti nel 1822.

dying_breed

Contrariamente ad ogni previsione il cannibale Alexander Pearce riesce ad evadere da Sarah Island, prigione di massima sicurezza dell’Impero Britannico, ed insieme ad altri sette prigionieri si addentra nella foresta.

Sarà solo Pearce a riemergere dalla boscaglia, qualche settimana dopo, con le tasche piene di brandelli di carne umana. E qui finisce la parte vera, nonchè l’incipit del film (potete trovare qui il resoconto dell’intera vicenda).

Ci spostiamo ai giorni nostri e seguiamo la vicenda di quattro ricercatori giunti nella foreste della Tasmania Occidentale perchè convinti che vi siano ancora esemplari della tigre che da tempo si credeva estinta.

Ma la leggenda di Pearce, detto anche Pieman (ed è qui che entra in gioco la macabra locandina), è ancora viva e pare ci sia un gruppo di veri e propri seguaci del cannibale impiccato nel 1828.

Come è facile immaginare, le conseguenze saranno disastrose. Il trailer dopo il salto.

La pellicola è uscita nei cinema australiani il 6 novembre scorso, prima di approdare negli Stati Uniti il 9 gennaio. L’uscita del dvd, invece, è prevista per il prossimo 31 marzo, così come tutti gli altri film presentati in questa edizione dell’After Dark Horrorfest.

Be Sociable, Share!