Se ne parla ormai da mesi, ma al momento Giallo, il nuovo film di Dario Argento, non ha ancora una data di uscita, anche se è certo che riusciremo a vederlo entro la fine dell’anno.

Prodotto dalla Opera Film e sceneggiato dagli americani Jim Agnew e Sean Keller, Giallo racconta di un serial killer che sceglie le sue vittime in base alla loro bellezza, le tortura e infine le uccide nel più crudele dei modi.

giallo_dario-argento

Schernito e deriso nell’orfanotrofio in cui era stato rinchiuso da piccolo, ora prova piacere nel rapire donne bellissime e nel torturarle. Le sottopone ad indicibili sevizie, lasciandole a lungo agonizzanti, fino a quando non è completamente appagato. Poi le uccide brutalmente e si disfa dei loro corpi.
GIALLO è una “macchina di morte” di incredibile efficienza; sa sempre con esattezza quando e come colpire; e sa, con precisione, quale sarà la sua vittima successiva. E’ molto scaltro ed intelligente, individuando le sue prede soprattutto fra le turiste. L’ultima è una studentessa asiatica, che ha appena rapito e tiene prigioniera nel suo sordido nascondiglio.

Ma ha già individuato anche la prossima: una splendida fotomodella di nome Celine. Intanto Linda, sua sorella, è appena giunta a Torino ed è molto preoccupata perché Celine non dà più sue notizie. Decide di rivolgersi alla polizia che affida il caso all’Ispettore Enzo Avolfi, personaggio piuttosto schivo e che non gode di grande stima fra i suoi colleghi. Le caratteristiche del caso lo inducono a concentrare la sua attenzione su un pericoloso serial-killer, soprannominato GIALLO, ancora in libertà. Fra Enzo e Linda si crea un vero e proprio affiatamento e le indagini procedono in collaborazione. Intanto viene rinvenuto il corpo privo di vita della giovane studentessa asiatica. L’Ispettore Avolfi, che conosce bene la psicologia di quel serial-killer, è certo che, se non riuscirà a fermare GIALLO, la prossima vittima sarà proprio Celine……


Una trama decisamente intrigante per un film che, dopo l’inguardabile La Terza Madre, il giustamente ignorato Ti piace Hitchcock?, lo scontato Il Cartaio e il discreto Non Ho Sonno, fa ben sperare in un ritorno in grande stile di quello che fino a pochi anni fa era meritatamente considerato un Master Of Horror.

Sono in molti, tra critici e fan sfegatati, ad aver notato l’abisso che separa pellicole come Profondo Rosso, Suspiria e L’Uccello Dalle Piume di Cristallo dagli ultimi lavori del regista ed è forse proprio questo il motivo della scelta di Argento di tornare, in un certo senso alle origini. Staremo a vedere.

Interamente girato a Torino in lingua inglese, Giallo è interpretato da Adrien Brody, Emmanuelle Seigner ed Elsa Pataky. Tornate da queste parti per saperne di più
[via darioargento.it]

Be Sociable, Share!