Anche se un pò in ritardo rispetto all’uscita ufficiale, oggi vi proponiamo un calendario sui generis realizzato da Robyn Målter, Claire Mack e Margaret Caragan: il My Zombie Pinup Calendar, “dove la bellezzia mangia i cervelli“, come recita la tagline.

Non solo pin-up, né soltanto zombie. Un mix di morte e bellezza che omaggia le celebri pin-up degli anni ’50 e gli zombie movie di circa vent’anni dopo. Pose sexy e sangue sono gli ingredienti vincenti di questo servizio fotografico, ispirato alle ben più note Zombie Pin-Up che da anni popolano il web, meno sexy e molto più morte.

my-zombie-pinup03

Un esperimento ben riuscito che potete farvi recapitare a casa per circa 15 euro.

Ma non è la prima volta che la morte – in questo caso non-morte – viene immortalata in interessanti servizi fotografici. Tra i tanti che si sono cimentati in questo tipo di avventura vi segnaliamo la fotografa statunitense Melanie Pullen, che si è divertita a ritrarre le modelle in diverse scene del crimine.

La Pullen ha consultato le immagini presenti nell’archivio della polizia di Los Angeles ed ha portato un tocco di glamour a qualcosa che non lo è per definizione.

Il risultato ha ispirato anche un servizio fotografico realizzato dalle modelle del noto show americano America’s Next Top Model, che hanno interpretato le vittime dei crimini più disparati, dalla dona morta folgorata a quella caduta dalle scale.

Queste e molte altre immagini nei link che trovate di seguito.

[via Noantri, Melanie Pullen.com e XihaLife]

Be Sociable, Share!