La storia di Samuel Gradius ha avuto inizio qualche anno fa e col passare del tempo è diventata un ottimo cortometraggio, che ha portato alla realizzazione di un graphic novel e che, nei prossimi mesi, porterà alla realizzazione di un lungometraggio cinematografico.

Samuel Gradius ha vissuto troppo a lungo. Nei suoi 500 anni sulla terra ha visto imperi nascere e crollare, ha cambiato il corso della storia con le sue mani ed ha vissuto da vicino un numero infinito di rivoluzioni. Samuel Gradius è un vampiro, l’unico vampiro, e ne ha avuto abbastanza. Ora vuole morire.

the-eternal

Ma non si accontenta di un comune suicidio, ha deciso che vuole andarsene alla vecchia maniera, vuol morire con dignità. Ma non sarà così facile trovare qualcuno all’altezza del compito.

E’ questa, in pochissime parole, la storia raccontata in Ending the Eternal, un cortometraggio a metà tra horror e commedia diretto da Justin McConnell e prodotto dalla compagnia indipendente unStable gRoUnd, che in pochissimi mesi ha fatto il giro di numerosi festival ed è stato ampiamente apprezzato dal pubblico e dalla critica.

Lo stesso gruppo che lo ha realizzato ha da poco pubblicato una graphic novel, The Eternal: Final Dawn, che narra proprio le gesta del vampiro Gradius e al momento sta lavorando ad un lungometraggio che sarà ambientato qualche mese prima degli eventi di Ending the Eternal.

Si chiamerà The Eternal e sarà diretto dallo stesso Justin McConnell, che dovrebbe portare con sé l’intera squadra, dal truccatore Kevin Hutchinson al compositore Rob Kleiner, passando per il direttore della fotografia Pasha Patriki e l’attore protagonista Adam Wilson.

In attesa di saperne di più su questo progetto, godetevi il cortometraggio Ending the Eternal, merita davvero una visione.

Be Sociable, Share!