Se siete dei fan dell’horror apprezzerete sicuramente questo film. Pink non è il personaggio principale, ma riesce comunque a fare un lavoro decente sul suo personaggio… non preoccupatevi, hanno scelto un’attrice perfetta per il ruolo da protagonista! La location è molto cool e riesce davvero a trasmetterti tensione. Il film è molto intelligente. Sono riusciti a fare un ottimo lavoro nel trasmetterci quel senso di estraneità e solitudine che si ha quando si viaggia in un paese diverse dal proprio e non si conosce la lingua.

E non fatevi intimorire da quello che alcuni hanno definito “un pessimo finale“. Non è male, anzi, l’ho trovato molto cool. E’ proprio l’intero viaggio che viene intrapreso nel film a rendere il finale estremamente godibile.

catacombs

A parlare non siamo noi, ma un utente di IMDB, uno dei tantissimi che ha manifestato consensi di fronte ad un film come Catacombs: Il Mondo Dei Morti (Catacombs), horror scritto e diretto nel 2007 da Tomm Coker e David Elliot ed interpretato da Shannyn Sossamon e Alecia Moore, meglio conosciuta come Pink, la popstar di Get the Party Started.

Non fatevi abbindolare da quanti vi consiglieranno la visione di Catacomb: quasi certamente non saranno dei veri amici ed ancor più sicuramente non saranno dei fan dell’horror.

Ma procediamo con calma. La trama, se così si può definire, è la seguente: Victoria è una ragazza timorosa e nervosa che viene invitata dalla sorella Carolyn a Parigi, sperando così di aiutarla a superare le proprie paure. Per fare questo decide di portarla ad un rave party clandestino nelle catacombe di Parigi. Lì, secondo una leggenda, si aggira una misteriosa creatura, nata da un incesto, che si ciba soltanto di carne fresca.

L’arrivo delle autorità, i Catacombs, porterà un po’ di scompiglio e farà sì che Victoria si perderà negli infiniti cunicoli sotto la città di Parigi, dove ovviamente non sarà sola.

catacombs01

Ora, le premesse non erano certo ottime, ma con un po’ di astuzia e di coraggio si sarebbe potuto raggiungere un risultato abbastanza notevole. La realtà però è ben diversa e le due menti dietro questo progetto non sono riuscite a creare nulla che fosse, anche solo minimamente, originale.

Le citazioni, o per meglio dire scopiazzatura, sono disseminate lungo tutti i gli 89 minuti di pellicole: si va dai recenti The Descent e Ils – Them, passando per i ben più celebri Non Aprite Quella Porta a Saw (i produttori sono gli stessi), arrivando a Il Giorno Di San Valentino, The Blair Witch Project e molto altro ancora.

La location, le catacombe di Parigi, è stata ricostruita in studio in Romania ed il risultato è ben visibile: già dalla prima inquadratura si ha l’impressione che l’ambientazione sia finta, artificiale, così come irreale è la questione dei rave definiti clandestini: sono così clandestini ed improvvisati che c’è stato il tempo di organizzare un vero e proprio bar ed installare l’illuminazione…

catacombs03

Non può non suonare ridicolo anche il fatto che un gruppo speciale delle forze di polizia francesi, che si occupa soltanto di stanare i rave nel sottosuolo parigino, sia stato denominato “Catacomb“, così come assurdo e volutamente serio è il discorso tenuto dal venerato Jean Michele, per non parlare dell’ammonimento dantesco “Lasciate Ogni Speranza O Voi Che Entrate“.

L’inizio del film, dopo la discesa nelle catacombe, è piuttosto frenetico: vediamo quasi subito questa fantomatica creatura che si aggira nel sottosuolo parigino per poi seguire una scialba Shannyn Sossamon, armata soltanto di torcia, aggirarsi nel buio in cerca dell’uscita: la vediamo osservare teschi, infilarsi in stretti cunicoli, sbattere contro pareti di finte ossa, imprecare contro un lucchetto chiuso, abbandonare e derubare un folle e pittoresco personaggio in pericolo, affrontare le sue paure. Tutte cose di cui avremmo fatto volentieri a meno.

catacombs02

L’effetto claustrofobico è pressoché nullo, l’immedesimazione è pari a zero, così come il coinvolgimento emotivo. Il finale “cool” che viene menzionato nel commento dell’utente di IMDB è quando di più scontato e assurdo possa esserci, un’esplosione finale che cerca di farsi perdonare gli oltre 90 minuti di vuoto e anche in questo caso senza successo.

L’unica nota positiva del film è, a mio giudizio, la brevissima panoramica di Parigi che vediamo all’inizio del film. Tutto qui. Se cercate momenti di terrore, tenetevi alla larga da Catacombs, se siete fan di Pink evitare di vedere Catacombs, se volete un po’ di intrattenimento ignorate l’esistenza di Catacombs e se proprio volete farvi un’idea delle catacombe di Parigi e non avete in programma una visita nella capitale francese, potete trovare delle interessanti immagini qui e qui.

Voto: 4 1/2

Titolo originale: Catacombs
Titolo italiano: Catacombs: il mondo dei morti
Regia
: Tomm Coker, David Elliot
Soggetto: Tomm Coker, David Elliot
Sceneggiatura: Tomm Coker, David Elliot
Produzione: Greg Hoffman, Oren Koules, Mark Burg
Distribuzione: Lions Gate, Eagle Pictures (Italia)
Interpreti: Shannyn Sossamon, Alecia Moore, Mihai Stanescu

Be Sociable, Share!