Auguro loro tanta fortuna. Sono stato contattato dai produttori non appena la notizia del reboot è stata resa pubblica ed ho rifiutato. Credo sia meglio che io mi faccia da parte, non ho alcuna intenzione di riprendere in mano il materiale originale senza la presenza di Willow, Xander, Giles, Angel, Oz e Spike.

Con queste poche parole il regista, sceneggiatore e produttore Joss Whedon ha liquidato il suo interesse nel reboot cinematografico della celebre serie TV da lui creata, Buffy The Vampire Slayer, di cui vi abbiamo parlato qualche settimana fa.

buffy_the_vampire_slayer_logo

L’idea dei produttori Roy Lee e Doug Davison della Vertigo Entertainment, insieme ai proprietari dei diritti di Buffy, Fran Rubel Kuzui e suo marito, Kaz Kuzui, sono seriamente intenzionati a dare nuova vita alla cacciatrice in una nuova serie cinematografica dai toni cupi e decisamente più adulti.

Per fare questo, però, è necessario eliminare tutti i personaggi per così dire collaterali, quelli presenti nella serie TV e non nel film Buffy: L’ammazza vampiri (Buffy the Vampire Slayer), sceneggiato da Joss Whedon e  diretto da Fran Rubel Kuzui nel 1992.

buffy_the_vampire_slayer_tv

A questo punto si pone un problema da non sottovalutare: quanti voi sono interessati a vedere un film, o forse una serie di film, sapendo che al progetto non prenderanno parte né Joss Whedon – attualmente impegnato nelle riprese della seconda stagione di Dollhouse e nella produzione dell’horror The Cabin In The Woods – né Sarah Michelle Gellar e tutta la Scooby Gang?

I dati emersi da un sondaggio condotto da Entertainment Weekly parlano chiaro: solo il 3% si è dichiarato interessato al progetto senza tutti gli elementi sopra elencati. Un dato piuttosto povero che ha eletto l’idea di Fran Rubel Kuzui & company come la peggiore dell’anno. Cinematograficamente parlando, s’intende.

A questo punto non è detto che il progetto salti del tutto, a meno che i produttori non decidano di tornare sui loro passi. Staremo a vedere.

Be Sociable, Share!