Ve l’abbiamo anticipato qualche mese fa: si chiamerà Let the Right One In e sarà scritto e diretto da Matt Reeves, già regista di Cloverfield. E si, avete capito bene, sarà i remake del bellissimo Lasciami Entrare (Låt den rätte komma in), uscito poco meno di un anno fa e già entrato nel Top 250di IMDB.

Mi sono fatto molto prendere dalla storia, mi ha ricordato la mia infanzia, il periodo della pre-adolescenza, quello dell’adolescenza, quelle dolorose esperienze erano come un horror.

lasciami-entrare

Non tutti sanno che Låt den rätte komma in è tratto dall’omonimo romanzo di John Ajvide Lindqvist, uno scrittore horror piuttosto noto in Svezia e non solo. Bene, Reeves è partito proprio dal romanzo, anziché dal film, per scrivere la sua sceneggiatura, che a quanto pare sarebbe già quasi completa: la seconda stesura vede il film ambientato nel periodo Reagan in Colorado e al momento Reeves è in giro a cercare le possibili location che faranno da set per il film e che dovranno essere molto simili a quelle già viste nel film, fredde, nevose e desolate.

Il film, se tutto va come previsto, dovrebbe essere pronto per uscire in sala nel corso dell’autunno 2010. In queste ore sono stati avviati anche i casting per i protagonisti, curati da Avy Kaufman, che si era già occupato di trovare i bambini per Il Sesto Senso.

lasciami_entrare

Ci sono molte persone che sembrano contrarie a questo film. Chi ha amato l’originale è piuttosto cinico dei confronti di questo remake, è come se fossero certi che rovinerò tutto, senza sapere che ho invece molto rispetto nei confronti dell’originale. Non lo faccio per ragioni economiche, mi sento molto legato al materiale e se non sentissi di poter fare un ottimo lavoro abbonderei subito il progetto. Spero che il pubblico ci dia una possibilità.

Francamente, nonostante Reeves continui a ribadire il suo attaccamento al progetto, ancora non riusciamo a capire il perché di questo remake lampo, che non riuscirà di certo a superare quel capolavoro che è l’originale. Ma, come sempre, saremo pronti a ricrederci. Tornate a trovarci per saperne di più sulla lavorazione del film.

[via Los Angeles Times]

Be Sociable, Share!