Se lo stavate aspettando, ve ne sarete accorti: L’Ultima Casa A Sinistra (The Last House On The Left), remake dell’omonimo film scritto e diretto da Wes Craven nel 1972, che vi abbiamo recensito pochi giorni fa, non è approdato nei cinema italiani come previsto.

the_last_house_on_the_left

L’uscita, infatti, programmata e pubblicizzata ovunque per il 14 agosto, è stata cancellata. Sì, avete capito bene. Non si tratta di uno slittamento, ma di una cancellazione. Il film diretto da Dennis Iliadis e prodotto dallo stesso Wes Craven, uscirà in Italia soltanto per il mercato homevideo.

Questo perchè – e la decisione suona come una pura manovra commerciale – la Universal non ha ritenuto opportuno distribuire al cinema un film vietato ai minori di 18 anni. Di qui la scelta di approdare direttamente in home video, in data ancora da decidere.

La spiegazione ufficiosa, invece, è che il film non è nulla di chè, ma in questo modo se parlerà molto, l’attesa crescerà e con essa anche le aspettative. Che fare, non andare a noleggiare un film che addirittura è stato bandito dalle sale perchè troppo violento? La risposta, almeno per molti, è sì ed è su questo che sta puntando la Universal.

Peccato che il film non regga minimamente il confronto con l’originale e tutta la violenza a cui si è fatto riferimento non è nulla in confronto a quella iper che ci è stata mostrata in Hostel, Saw & Co, film regolarmente arrivati in sala.

the-last-house-on-the-left-2009_05

E poi, detto tra noi, credo sia molto più violento far uscire in sala un cinepanettone di Vanzina che un film innocuo come L’Ultima Casa A Sinistra.

In attesa di scoprire se i calcoli fatti dalla Universal si riveleranno esatti, ecco il trailer italiano:

Be Sociable, Share!